Privacy Policy
Crea sito
Orto

I lavori dell’orto in primavera: le fragole

reddittumblrmail
Guarda le foto nella nostra galleria di immagini! La messa a dimora di 24 nuove piantine di fragola. Franco ha vangato e concimato  una porzione di terreno dell’orto a sud, sotto giovani alberelli di pero e di susino.  Ha sparso fertilizzante in grani (perfosfato minerale e solfato di potassio)  e steso sul terreno un foglio di  materiale plastico nero, praticando dei fori nei punti in cui ha messo a dimora le piantine di fragola appena acquistate, col loro pane di terra. Lo scopo è di impedire lo sviluppo di piante infestanti e di evitare l’eccessiva evaporazione dell’acqua dal terreno. Il colore nero, inoltre, assorbe maggiormente i raggi del sole, perciò si ha un riscaldamento più elevato del terreno sottostante, che determina una crescita più rapida delle piante e quindi un anticipo della maturazione dei frutti. Franco ha ricoperto i bordi dei teli con zolle di terra e paletti, per evitare che siano portati via dal vento. Le fragole mature non saranno quindi a contatto col terreno e non si sporcheranno, rimanendo più sane. Ha messo a dimora le fragole delle varietà Korona, Sonata, Elsanta, Ostara  in file, alla distanza di 30 cm. l’una dall’altra , il 19 Marzo 2012. Il colletto delle piantine è stato posto un po’ di in alto del livello del terreno, poi è stato ammucchiato intorno alla rosetta delle foglie del terriccio da giardino, comprimendolo leggermente. Successivamente si è effettuata un’annaffiatura abbondante. È stato un lavoro faticoso ed impegnativo, ma di grande soddisfazione!
Franco

Franco

Appassionato di storia locale e volontario della Croce Blu di Mirandola da più di vent'anni, ha lavorato come impiegato capufficio nello Zuccherificio di Mirandola prima e di Finale Emilia poi.
È autore de "La distilleria-zuccherificio di Mirandola (1936-1986)", pubblicato dal Gruppo Studi della Bassa Modenese di cui è membro (N. 26. Franco Bianchi, La Distilleria-Zuccherificio di Mirandola (1936-1986), 2008, pp. 222 ill.). Foto e documenti dello Zuccherificio sono originali: sono stati salvati dalla distruzione daFranco che negli anni li ha catalogati e riuniti nel libro seguendo un percorso cronologico.
Presto pubblicherà su un proprio sito altre informazioni sulla storia locale.
Crede fermamente nella coltivazione biologica che pratica nei due orti di Granny's House ed è un coltivatore autodidatta.
Franco
Seguici su: Facebooktwittergoogle_pluspinterestrssyoutubetumblrinstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.