Privacy Policy
Crea sito
Train Chronicles

Train Chronicles: di nuovo lo strano tipo del Monaco-Firenze!

reddittumblrmailA volte tendiamo a dimenticarci certi personaggi che incontriamo, ma dopo il post della settimana scorsa sul personaggio strambo del Monaco-Firenze, mi è venuto in mente di averlo incontrato anche un'altra volta, qualche tempo dopo (o prima?) l'episodio di De Gregori a tutto volume. Eravamo sempre lì, sul famigerato Monaco-Firenze delle 6.43. Solito scompartimento puzzolente di piedi, cipolla, crauti e gente assonnata. Il tipo strambo era di fronte a me e mi osservava. Io dormivo della grossa, in realta, perché su quel treno era l'unica attività utile da svolgere al mattino. Ad un certo punto, mi ha chiamato e mi ha fatto una domanda. "Io ti ho già visto. Sei una badante?". Di tutte le domande strambe che mi hanno mai fatto, questa credo sia una delle più strane. So di aver risposto tante volte in ungherese (è facile: "Nem értem, nem értem" e via così) a certi strani personaggi che chiedevano informazioni giusto per togliermeli di torno, ma questo personaggio in particolare proprio non me lo ricordavo. Ammettendo che mi avesse scambiato per un'altra persona, sicuramente l'approccio era strano. Gli ho risposto che non ero una badante e di non averlo mai visto prima. Se mi avesse mai visto, forse era stato altrove, gli ho risposto. Intanto, immaginavo una mia sosia ballare sguaiatamente musica slava al Centro Pelle (il Centro anziani di Mirandola, per chi non conoscesse il termine...) per tutta la domenica pomeriggio. Oppure, ho pensato di sembrare particolarmente male in arnese quel mattino: non sarebbe la prima volta che qualcuno mi scambia per una poveretta a causa dei vestiti non particolarmente belli. Mi ricordo anche una volta che, seduta su un marciapiede a sedici anni a chiacchierare con la mia amica Ilaria, un signore ci buttò una monetina... ma erano altri tempi! Dopo aver insistito per spiegargli che non ero sicuramente la badante che lui pensava di aver riconosciuto ("Ma sei sicura?". Certo che sono sicura di non aver mai fatto la badante. Neanche da sonnambula me ne dimenticherei, se lo avessi fatto!), mi sono rimessa a dormire e la cosa è finita lì. Non ho più rivisto il tizio. Se dovessi riconoscerlo, non me ne ricorderei il viso e non saprei riconoscerlo. Sicuramente mi darebbe sempre la stessa impressione di tipo strano, ma si sa che in treno se ne vedono tanti! Adesso però mi chiedo: che mi volesse offrire un lavoro?
chiara@grannyshouse

[email protected]

Blogger at Granny's House
Blogger e copyeditor, vive nel caos e ha sempre tante idee in testa.
Vegana, yogini, fa volontariato al Canile di Mirandola "Isola del Vagabondo" ed è donatrice AVIS.
Vizia senza vergogna i suoi Bimbis e sta cercando di imparare a cucinare in una maniera decente.
Ama scrivere ma deve ancora capire se ha troppo o nulla di importante da dire.
chiara@grannyshouse
Seguici su: Facebooktwittergoogle_pluspinterestrssyoutubetumblrinstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.